Ristrutturazioni edilizie e bonus mobili/elettrodomestici 2017

C'è tempo fino al 31 dicembre 2017 per usufruire dellla detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie, per il Bonus Mobili e per il bonus grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+,nonché A per i forni e per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione.

La detrazione del 50% si ottiene su una spesa massima di 10mila euro (per l'acquisto di mobili).

E' stata inoltre introdotta, per il periodo compreso tra il 1 gennaio 2017 e il 31 dicembre 2021, una detrazione d'imposta del 50% per le spese sostenute per l'adozione di misure antisismiche su edifici ricadenti nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1,2 e 3).

ossono beneficiare dell’agevolazione non solo i proprietari o i titolari di diritti reali sugli immobili per i quali si effettuano i lavori e che ne sostengono le spese, ma anche l'inquilino o il comodatario. In particolare, hanno diritto alla detrazione:

  • il proprietario o il nudo proprietario
  • il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
  • l’inquilino o il comodatario
  • i soci di cooperative divise e indivise
  • i soci delle società semplici
  • gli imprenditori individuali, solo per gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce.

La detrazione spetta anche al familiare (coniuge, parenti entro il terzo grado, affini entro il secondo grado) convivente del possessore o detentore dell’immobile, purché sostenga le spese e le fatture e i bonifici risultino intestati a lui. L’agevolazione spetta anche se le abilitazioni comunali sono intestate al proprietario dell’immobile e non al familiare che beneficia della detrazione.

La condizione di convivente o comodatario deve sussistere al momento dell’invio della comunicazione di inizio lavori.

Per coloro che acquistano un immobile sul quale sono stati effettuati interventi che beneficiano della detrazione, le quote residue del "bonus" si trasferiscono automaticamente, a meno che non intervenga accordo diverso tra le parti.

Ha diritto alla detrazione anche chi esegue i lavori in proprio, soltanto, però, per le spese di acquisto dei materiali utilizzati.

Per tutte le specifiche e per i dettagli scaricare l'opuscolo cliccando sull'immagine.

3 mesi per una carta di identità in XIV Municipio

Un anno e mezzo fa la carta di identità veniva rilasciata in un ora allo sportello.
Oggi si deve prenotare un appuntamento che viene dato 3 mesi dopo.
Siamo andati avanti o indietro?
Ho protocollato un' interrogazione al Presidente Campagna per sapere per quale ragione non è stato aperto lo sportello per il rilascio immediato delle carte di identità come richiesto in commissione bilancio due mesi fa.

Rigenerazione Urbana: approvata la legge dalla Regione Lazio

“La legge regionale sulla Rigenerazione urbana e il recupero edilizio rappresenta una preziosa opportunità anche per riqualificare il patrimonio immobiliare delle periferie di Roma e delle altre città del Lazio. Termina per sempre la stagione del Piano Casa e vengono assegnati poteri e strumenti ai Comuni per avviare programmi di risanamento del tessuto urbano” dichiara Massimiliano Valeriani, capogruppo regionale del PD.

“Questo provvedimento è un grande risultato politico del centrosinistra perché chiude finalmente il periodo delle deroghe e delle proroghe per dotare il Lazio di una normativa urbanistica trasparente, sostenibile e partecipata. Regole certe e tempi chiari per cittadini, imprenditori e amministratori con l’obiettivo di agevolare processi condivisi di recupero edilizio”.

“Con la rigenerazione urbana – prosegue Valeriani – viene promosso un percorso dal basso e favorito lo sviluppo dell’economia del territorio attraverso interventi di riqualificazione delle zone degradate, di efficientamento energetico e di adeguamento antisismico, limitando il consumo di suolo e tutelando le aree protette. Cambiare è possibile: con impegno e lavoro si può contribuire al miglioramento della qualità della vita dei cittadini”.

“Con la legge sulla Rigenerazione urbana viene promosso un ampio programma di riqualificazione delle aree degradate e vengono agevolati processi condivisi di recupero edilizio grazie ad interventi organici e integrati nel territorio di Roma e del Lazio” aggiunge Alessio Cecera, consigliere PD del Municipio XIV.

“Ma questa normativa vuole sostenere anche l’economia locale, senza aumentare il consumo di suolo, perché si può intervenire solo sui beni edilizi esistenti, salvaguardando le aree agricole e le riserve naturali, insieme alla tutela delle fasce più deboli con una quota di alloggi da destinare all’housing sociale. Sostenibilità, trasparenza ed efficienza – conclude Cecera – per rilanciare gli investimenti e far rinascere il patrimonio urbanistico delle periferie di Roma”.

Questo sito fa utilizzo di Cookies, continuando la navigazione li accetti.