fbpx

REGIONE LAZIO: CONTRIBUTO ALL'AFFITTO MARZO APRILE MAGGIO

 

La Regione Lazio ha stanziato 43 milioni per il BONUS AFFITTI, la più grande manovra a livello nazionale per il  sostegno all'affitto. I fondi sono assegnati ai Comuni del Lazio per pagare il bonus affitti alle persone in difficoltà economica:

 

  • A chi è rivolto:22 milioni di euro ed é destinata ai TUTTI GLI INQUILINI che hanno subito una contrazione di almeno il 50% del reddito del nucleo familiare nel periodo dal 23 febbraio al 31 maggio 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019.
  • 21 milioni di euro destinato a cittadini e famiglie con reddito Isee fino a 14.000 euro. L'erogazione delle risorse è stata semplificata e il bando in scadenza ad aprile è stato prorogato al 31 dicembre 2020.


A quanto ammonta il contributo:

Il contributo sarà per tre mensilità e corrisponderà al 40% del costo dell'affitto.

 

A breve Roma Capitale aprirà la modalità per fare le domande.

A questo lavoro dell'amministrazione Zingaretti e dell'Assessore regionale alla Casa Valeriani si aggiungono le misure a sostegno del pagameno degli affitti per gli artigianie  commercianti di cui vi parlerò a breve.

 

Per essere aggiornato sulle news lasciami la tua mail qui sotto:

 

 

LA REGIONE LAZIO HA SOSPESO IL PAGAMENTO DEL BOLLO AUTO E ALTRE TASSE PER L’EMERGENZA #CORONAVIRUS

La Regione Lazio ha sospeso i termini per il versamento della Tassa automobilistica regionale in scadenza nel periodo compreso tra il 3 marzo 2020 ed il 31 maggio 2020.

i versamenti dovuti possono essere effettuati, senza l’applicazione di sanzioni ed interessi, entro il 30 GIUGNO 2020.

Vi ricordo infine che per i rinnovi di Patente, Carte di Identità, foglio rosa e revisioni auto sono state fatte queste proroghe:

 

Per essere aggiornato sulle news lasciami la tua mail qui sotto:

 

MUNICIPIO XIV: RIPRESA DEI LAVORI DELLE COMMISSIONI CONSILIARI IN VIDEOCONFERENZA

Oggi martedì 31 marzo dopo venti giorni di sospensione sono ripresi i lavori delle commissioni consiliari in Munciipio XIV in modalità videoconferenza come disposto nel DPCM "Curaitalia" del Governo.

Avevamo richiesto con questa nota la possibilità di riattivare i lavori delle commissioni e del consiglio (in modalità videocnoferenza) per meglio monitorare le attività che il Municipio XIV e Roma Capitale stanno predisponendo per gestire questa fase di emergenza.

Primo tema affrontato nella Commissione Garanzia di questa attina è le modalità per l'erogazione dei buoni spesa alle familglie in difficoltà che non beneficiano di alcuna forma di sostentametno.

 

Per essere aggiornato sui lavori delle commissioni consiliari e del Consiglio del Muncipio XIV lasciami la tua mail qui sotto:

CONTRIBUTO SPESA: ON LINE IL MODULO PER LA RICHIESTA

Roma Capitale pubblicherà ha pubblicato l'Avviso Pubblico attraverso il quale le famiglie in difficoltà e prive di altri strumenti di sostegno al reddito possono fare domanda per ricevere il BONUS SPESA.

Cliccando nellimmagine si accede direttamente alla pagina.

 

Destinatari

Possono richiedere il contributo economico le persone e le famiglie in condizione di assoluto o momentaneo disagio, privi della possibilità di approvvigionarsi dei generi di prima necessità.

La platea dei beneficiari sarà individuata tra i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19, per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali, con priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico. Possono beneficiare del contributo anche i cittadini non residenti impossibilitati a raggiungere il proprio luogo di residenza.

 

Il beneficio economico

I contributi per l’acquisto dei generi alimentari e/o di prima necessità saranno erogati secondo tre fasce:

- fino a 300 euro per nuclei familiari composti da 1 o 2 persone;

- fino a 400 euro per nuclei familiari composti da 3 o 4 persone;

- fino a 500 euro per nuclei familiari composti da 5 o più persone. 

 

Come presentare domanda

I cittadini potranno richiedere il contributo dal 31 marzo al 16 aprile 2020, compilando e inoltrando via email il modello allegato all'Avviso pubblico nelle seguenti modalità:  

- se residenti nel territorio comunale, scrivendo al Municipio territorialmente competente (gli indirizzi sono riportati nell'Avviso). 

- se cittadini non residenti, impossibilitati a raggiungere il proprio luogo di residenza, scrivendo al Dipartimento Politiche Sociali (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). 

L'email di richiesta dovrà riportare in oggetto: RICHIESTA ASSEGNAZIONE DEL CONTRIBUTO ECONOMICO - COVID 19.

I Municipi di Roma Capitale provvederanno ad effettuare gli opportuni controlli successivi in ordine alla veridicità delle attestazioni riportate nella domanda. 

La domanda può essere presentata da un solo componente per nucleo famigliare convivente.

(dal portale di Roma Capitale)

 

A breve gli altri aggiornamenti sul buono spesa.

Per essere aggiornato sulle news lasciami la tua mail qui sotto:

RICHIESTA INDENNITA' DI € 600 MENSILI PER LAVORATORI AUTONOMI E P.IVA DAL 1° APRILE

Le indennità dell’importo pari ad € 600 previste nel Decreto “Cura Italia” per il mese di marzo 2020 non soggette ad imposizione fiscale e sono rivolte alle seguenti categorie di lavoratori (verranno aggiunti i professionisti iscritti alle casse separate, come avvocati, ingegneri e professionisti iscritti agli ordini):

 

  1. Indennità liberi professionisti e collaboratori coordinati e continuativi.

A tale indennità possono accedere:

✓ i liberi professionisti con partita IVA attiva alla data del 23 febbraio 2020 compresi i partecipanti agli studi associati o società semplici con attività di lavoro autonomo di cui all’articolo 53, comma 1, del T.U.I.R., iscritti alla Gestione separata dell’INPS;

✓ i collaboratori coordinati e continuativi con rapporto attivo alla predetta data del 23 febbraio 2020 e iscritti alla Gestione separata dell’INPS.

Ai fini dell’accesso all’indennità, le predette categorie di lavoratori non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto e non devono avere altre forme di previdenza obbligatoria.

 

  1. Indennità lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Assicurazione generale obbligatoria

A tale indennità possono accedere i lavoratori iscritti alle seguenti gestioni:

✓ Artigiani

✓ Commercianti

✓ Coltivatori diretti, coloni e mezzadri

Ai fini dell’accesso all’indennità le predette categorie di lavoratori non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto e non devono avere altre forme di previdenza obbligatoria ad esclusione della Gestione separata INPS.

 

  1. Indennità lavoratori stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali

A tale indennità possono accedere:

i lavoratori dipendenti stagionali dei settori del turismo e degli stabilimenti termali che abbiano cessato il rapporto di lavoro nell’arco temporale che va dal 1° gennaio 2019 alla data del 17 marzo 2020 (in circolare valuteremo l’opportunità di fare riferimento alle attività dei lavoratori impiegati in settori del turismo e stabilimenti balneari).

Ai fini dell’accesso all’indennità i predetti lavoratori non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto e non devono essere titolari di rapporto di lavoro dipendente alla data del 17 marzo 2020.

 

  1. Indennità lavoratori agricoli

A tale indennità possono accedere:

gli operai agricoli a tempo determinato

altre categorie di lavoratori iscritti negli elenchi annuali purché: o possano fare valere nell’anno 2019 almeno 50 giornate di effettivo lavoro agricolo dipendente; o non siano titolari di pensione.

 

  1. Indennità lavoratori dello spettacolo

A tale indennità possono accedere:

i lavoratori dello spettacolo iscritti al Fondo pensioni dello spettacolo, che abbiano i seguenti requisiti: o almeno 30 contributi giornalieri versati nell’anno 2019 al medesimo Fondo; o che abbiano prodotto nel medesimo anno un reddito non superiore a 50.000 euro; o detti lavoratori non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto né di rapporto di lavoro dipendente alla data del 17 marzo 2020.

 

COME FARE DOMANDA I lavoratori, potenziali destinatari delle suddette indennità, al fine di ricevere la prestazione di interesse, dovranno presentare in via telematica all’INPS la domanda utilizzando i consueti canali telematici messi a disposizione per i cittadini e per i patronati nel sito internet dell’Inps, www.inps.it.

 

Per essere aggiornato sulle news lasciami la tua mail qui sotto:

 

Questo sito fa utilizzo di Cookies, continuando la navigazione li accetti.